Collezione

La collezione del MMCC comprende attualmente circa 280 macchine, così suddivise:

  • circa 60 home computer Commodore (vari PET, VIC-20, C64, C128, C16, C116, Plus/4, vari modelli Amiga), Sinclair, Amstrad (linea CPC), Thomson (linea TO) e a standard MSX/MSX2, Acorn;
  • circa 50 computer general purpose come Apple (IIe, IIc, Macintosh, Newton, PowerMac) e Atari (linee XE, ST);
  • circa 60 workstation Unix prodotte da Digital Equipment Corporation (PDP, VAX), HP (Apollo e 9000), IBM (RS/6000), NeXT (NeXT Cube, NeXTstation), Silicon Graphics (Onyx, Octane, Indy, Indigo, O2), Sony (NWS) e Sun Microsystems (Sun-3, SPARCstation, UltraSPARC);
  • circa 10 strumenti per la comunicazione, come telescriventi, terminali e sistemi di lettura di nastri perforati;
  • circa 10 computer italiani, tra cui Olivetti, Mistral, Sagittarius, Compusys.
  • altri 90 computer vari, tra cui Osborne, Sony, Tandy Radio Shack, Sharp, Epson, KayPro;

Attualmente non sono presenti macchine successive al 1999 (data fin troppo avanzata per poter parlare di “retrocomputing”).

È presente anche una ricca collezione di software applicativo e di sistema. La maggior parte dei software sono ormai obsoleti, ma rappresentano pietre miliari nell’evoluzione dell’informatica.

Catalogo (in lavorazione)